Loano, la consegna della Bandiera Verde con gli eco-comitati scolastici

Si è svolta questa mattina nelle scuole loanesi la consegna della Bandiera Verde. Hanno partecipato all’evento le responsabili FEE (Fondazione per l’Educazione Ambientale) Albina Savastano e Marina Dri.

“La Bandiera Verde – spiega l’assessore Luigi Pignocca – arriva a coronamento di un percorso, promosso dall’Ufficio Ambiente in collaborazione con la scuola. Da anni, nelle scuole della nostra città sosteniamo progetti dedicati a tematiche importanti quali la raccolta differenziata, la difesa delle aree verdi e la riqualificazione dell’ambiente urbano. La Bandiera Verde valorizza le nostre attività, inserendole in un contesto più ampio e organico”.

Le scuole di Loano hanno costituito i tre eco comitati dei plessi scolastici loanesi (Scuola per l’Infanzia “S. Stella” e Asilo Nido “L. Grossi”, Scuola Primaria “Valerga”, Scuola Primaria “Milanesi” e Istituto di Primo Grado “Mazzini-Ramella) e si sono iscritte alla campagna annuale, entrando a far parte della rete delle Eco-School.

I tre ecocomitati, composti da rappresentanti delle scuole (dirigente, insegnanti, genitori), da rappresentanti del Comune (Assessore, Ufficio Ambiente,) e da organizzazioni del territorio (Comando Polizia Municipale) sono state guidate dalla FEE nella realizzazione delle diversa fasi del programma.

Il percorso definito dai plessi scolastici ha tenuto conto delle differenti età degli alunni, muovendosi dal gioco e la creatività nella scuola per l’infanzia, ad azioni più consapevoli sulla raccolta differenziata nella scuola primaria, fino a raggiungere elementi scientifici con l’analisi del ciclo delle acque da parte della scuola secondaria di primo grado.

Partendo dai risultati di un’indagine condotta dalla scuola, attraverso un questionario distribuito tra i ragazzi, le insegnanti hanno definito i percorsi didattici sulle tematiche ambientali. La scuola primaria “Milanesi” ha puntato sul tema del riciclo-riuso degli oggetti, mentre la scuola Secondaria di Primo Grado “Mazzini-Ramella”, partendo dal riciclo-riuso degli oggetti è approdata al tema dell’analisi delle acque, argomento con facile integrazione curricolare in quanto consente riferimenti scientifici, matematici, storici e geografici. Anche i bambini della scuola per l’infanzia sono stati coinvolti nel progetto con giochi che hanno messo in evidenza le possibilità di riutilizzo dei materiali differenziati.

La Scuola primaria “Vallerga” ha introdotto nella vita scolastica comportamenti ecosostenibili e attività di informazione sull’ambiente e il territorio attraverso video e cartoni animati. Il percorso è stato completato dalla gara amichevole “Occhio ai rifiuti”, che anche quest’anno a coinvolto gli alunni delle scuole loanesi.